5 consigli pratici su come scegliere un deumidificatore

L’umidità in una abitazione dovrebbe essere sempre tra il 30 e il 50%.

Se è regolarmente in eccesso, può, a medio e a lungo termine, danneggiare le pareti e alterare la salute degli inquilini.

Questo problema viene spesso ignorato o trascurato, mentre la maggior parte delle volte è sufficiente installare un deumidificatore per risolverlo.

Infatti, questo tipo di dispositivo, attraversato da un flusso d’aria generato dalla sua ventola, è in grado di catturare l’acqua in eccesso anche nelle stanze più umide.

Dato che vi è una grande varietà di deumidificatori, si ha bisogno di raccogliere abbastanza informazioni per essere in grado di scegliere la dimensione e la capacità del dispositivo adatto per la propria casa.

In fatto di consigli e quant’altro, il sito Mondolista.it, una eccellente fonte per reperire una infinità di informazioni sui migliori deumidificatori in commercio, è un portale davvero imbattibile.

Ma vediamo alcuni consigli pratici che Bittip.it ha raccolto per te su come scegliere un deumidificatore.

  1. Avere una precisa idea della superficie da deumidificare

Misurare la superficie può sembrare inutile. Invece, è un qualcosa di importantissimo per scegliere un deumidificatore, dato che la superficie da deumidificare serve per stabilire la capacità necessaria del nostro modello di deumidificatore. Per avere una precisa idea della superficie da deumidificare sarà sufficiente fare un semplice calcolo, ossia moltiplicarne la lunghezza per la larghezza della stanza.

Quindi, per una superficie di circa 50 metri quadrati, si avrà bisogno di un deumidificatore in grado di estrarre tra 5 e 8 litri di acqua al giorno. Invece, un modello in grado di estrarre tra 7 e 11 litri al giorno, sarà perfetto per una stanza che potrà essere di circa 100 metri quadrati.

  1. Verificare la sua precisione

Un buon deumidificatore, per essere tale, deve avere un igrometro integrato, con il quale potrà effettuare un’analisi accurata del contenuto di umidità ambientale.  Inoltre, dovrebbe reagire rapidamente ai cambiamenti di umidità e accendersi o spegnersi al momento giusto.

  1. Controllare le sue funzioni

Tra i consigli pratici su come scegliere un deumidificatore rientra anche il controllare quelle che sono le sue funzioni. Infatti, tra le varie caratteristiche importanti, questa è particolarmente utile. I migliori deumidificatori si fermano automaticamente quando il serbatoio dell’acqua è pieno, evitando così danni.  Un dispositivo con un indicatore del livello dell’acqua ci dirà se è necessario svuotare il serbatoio.

  1. Collaudare la sua rumorosità

Un deumidificatore può essere rumoroso e potrebbe disturbarci, in special modo se è vicino alla propria camera da letto. Alcuni modelli sono noti per essere più silenziosi, ma, altri offrono diverse velocità della ventola consentendo di optare per una bassa velocità più silenziosa.

  1. Appurare il prezzo di un deumidificatore

Il prezzo di un deumidificatore varierà, tra le altre cose, a seconda di come funziona. Di conseguenza, un deumidificatore elettrico sarà generalmente più costoso di un deumidificatore termico, ma sarà più efficace in alcune situazioni in cui l’umidità è molto alta. Inoltre, per ciascuno dei due tipi di dispositivi, i prezzi variano in base alle dimensioni, alla funzione, alla capacità, e via dicendo.