Turismo online: i consigli per prenotare viaggi low cost in Italia e nel mondo

Viaggiare si sà, è un’esperienza che arricchisce chi si appresta a partire, ma non sempre ne giova il lato economico, anzi!  Spesso il prezzo da sborsare per andare in vacanza è motivo stesso di rinuncia.

Fortunatamente da qualche anno sono sempre più comuni i cosidetti “viaggi low-cost” cioè con budget contenuti. Un altro metodo per risparmiare è quello di optare per mete vicine e in Italia sicuramente non mancano veri e propri angoli di paradiso che nulla hanno da invidiare alle mete esotiche più ricercate.
Tra queste, a svettare tra le prime posizioni ci sono sicuramente le isole. Mete perfette sia d’inverno che d’estate, le isole italiane sono tra le più amate del Mediterraneo. Raggiungibili facilmente con uno dei tanti traghetti low cost in partenza dai principali porti italiani, le isole restano la miglior soluzione per coloro che desiderano apprezzare le bellezze del nostro paese.

Sicilia

Un’isola impossibile da dimenticare. Ricca di patrimoni UNESCO, accogliente e piena di vita, la Sicilia stupisce sia per l’incantevole paesaggio che per l’accoglienza delle persone che la abitano. Nonchè per il numero altissimo di attività che è possibile fare: escursioni a piedi o in barca, mini-crociere, gite sull’Etna, tour in elicottero.
Non solo spiaggie bianche di sabbia fine, ma anche vulcani ruggenti, insenature selvagge e un’acqua limpida e cristallina.
Una delle tappe iniziali per iniziare al meglio il vostro soggiorno siculo è la splendida città di Palermo, piena di incredibili contrasti.
Qui potrete visitare il pittoresco Mercato di Ballarò con i suoi banchi di frutta e verdura vivaci e chiassosi, oppure potrete visitare la Cappella Palatina, all’Interno del più antico Palazzo Reale d’Europa (il Palazzo dei Normanni) o ancora restare estasiati di fronte alla magnificenza della Cattedrale di Palermo. Un consiglio spassionato è quello di fermarsi per degustare le specialità culinarie.

Tra le località siciliane balneari più famose troviamo poi Cefalù e non è difficile capirne il perchè. Spiagge meravigliose e antichi palazzi d’epoca regnano sovrani. Tra le mete d’obbligo: il Duomo Normanno, fiancheggiato da due Torri e affacciato su Piazza Duomo e la Cattedrale di Cefalù, patrimonio UNESCO dal 2015.

Successivamente è d’obbligo una visita a Taormina, arroccata sul Mar Ionio, questa città collinare lascia senza fiato. Offre un panorama meraviglioso sulla costa, ma anche il centro storico non è da meno.

Tramite una discesa in cabinovia è possibile raggiungere la spiaggia di Isola Bella, vera e propria oasi. Qui è possibile fare un’escursione alle Gole dell’Alcantara o in barca alla Grotta Azzurra.
Un paradiso per chi ama la natura incontaminata sono invece le Isole Eolie (o Lipari), arcipelago di 7 isole tra le quali ci si sposta a mezzo di piccole imbarcazioni.
Non da meno sono le isole Egadi, raggiungibili dal porto di Trapani. Chiunque le abbia visitate le racconta come l’Eden terrestre. La più nota è Favignana, la cui spiaggia, Cala Rossa, è spesso paragonata ai caraibi.

E come dimenticarsi dell’ Isola di Ortigia? Collegata alla terraferma tramite il Ponte Umbertino, rappresenta il cuore pulsante della città di Siracusa. Passeggiare tra i viottoli del centro riporta alla memoria secoli di storia, ed è possibile riconoscere i lasciti della civiltà greca, successivamente di quella romana e il passaggio di quella araba.
Infine, come non citare la Valle dei Templi di Agrigento. Proprio qui si trovano le più antiche tracce di origine greca che sono state ritrovate in Sicilia. All’ora del tramonto, i giochi di luce del sole calante regalano un’atmosfera magica.

Sardegna

La seconda isola italiana più grande non ha bisogno di presentazioni: con quasi 200 km di spiagge, calette e scogliere, si riconferma una delle tappe preferite da tutti i vacanzieri.
La parte Sud è quella storicamente meno turistica, certamente più economica ma altrettanto magnifica, quella occidentale è la più selvaggia.
L’Arcipelago della Maddalena, probabilmente l’emblema stesso dell’isola, patrimonio UNESCO, è composto da 7 isole maggiori. Vi si trovano acque limpide e pulite, che ogni anno richiamano frotte di amanti dello snorkeling alla ricerca di fondali incontaminati. Noleggiando una barca è possibile effettuare delle escursioni che permettono di raggiungere le calette più isolate.

Un’altra perla è certamente il Golfo Orosei, facente parte della Sardegna centro-orientale, è famoso per le Grotte del Bue Marino, composte da stalattiti e stalagmiti che, rispecchiandosi nella acque cristalline, regalano bellissimi giochi di luce.
Degna di nota anche la Spiaggia di Chia, famosa per le dune di sabbia bianca, è territorio adibito a nidificazione da parte di una numerosa colonia di fenicotteri rosa.
Per gli amanti dell’avventura e dell’eplorazione ci sono le Grotte di Nettuno, le più importanti della Sardegna, si trovano ad Alghero e si estendono per 6 km. Sono state scavate milioni di anni fa e si possono raggiungere con il traghetto o tramite una scalinata di 600 gradini che offre dei panorami mozzafiato. Altre grotte, calette e percorsi naturalistici sono caratteristici anche di un altro territorio: l’Ogliastra. Anche chiamata “l’isola nell’isola”, conserva una bellezza selvaggia e il mistero delle sue tradizioni.
Nella Sardegna più isolata si estende per 47 km la Costa Verde. Un susseguirsi di scogliere che cadono a picco sul mare, spiagge incontaminate con un’acqua verdissima e le dune più alte d’Europa.
Una nota speciale va a Orgosolo, piccolo paesino in provincia di Nuoro, situato a soli 620 metri sul livello del mare, è famoso per i suoi 200 coloratissimi murales sparsi per il centro. Le tematiche sono spesso politiche e a rimando di una vita contadina.

Isola D’Elba

Con una storia millenaria alle spalle, non è soltanto una piccola isola, anzi, con i suoi 8 comuni e una popolazione di poco più di 30.000 abitanti, offre un concentrato di cultura, storia e arte.
Certamente rinomata per le spiagge incantevoli (circa 150) rimane un territorio selvaggio e spesso incontaminato.
Nel mondo è famosa per essere stata dimora di Napoleone Bonaparte. Proprio qui infatti fu esiliato per la prima volta e vi restò all’incirca 10 mesi, durante i quali si dedicò al governo dell’isola e fin da subito si dispose per acquisire due dimore, una urbana (Palazzina dei Mulini), l’atra in campagna (Villa San Martino), entrambe trasformate in museo in epoca moderna.

Per gli amanti delle spiagge dai colori caraibici, tra i primi nomi che vengono in mente spicca quello della Spiaggia di Fetovaia, una delle più rinomate e costeggiata da un promontorio che la protegge dai venti del nord, ma anche quello della Spiaggia di Sansone, coi suoi piccoli ciottoli bianchi tipici della costa settentrionale, che troviamo anche nella Spiaggia di Capo Bianco. Per gli amanti dello snorkeling sono tappe imperdibili.
Suggestiva e carica di fascino è anche la Spiaggia della Paolina, il cui isolotto antestante è dedicato alla sorella di Napoleone.
Per gli amanti del trekking è d’obbligo una passeggiata fino al Monte Capanne (1019 msl). I sentieri sono diversi, ed è disponibile anche un servizio di cabinovia. Qualunque sia il percorso scelto, sarete ricompensati da un panorama incredibile che nelle giornate più serene vi consentirà perfino di scorgere la Corsica.