Thailandia: 5 consigli importanti per il viaggio perfetto

Tra le mete turistiche più gettonate dell’Asia, sicuramente troviamo la Thailandia: terra incredibilmente ricca di spiagge limpide e tropicali, satura di rovine antiche e di strepitosi palazzi, sfarzosi templi e con una cultura popolare e culinaria unica nel suo genere. Anche se la voglia di partire per una nazione così stupefacente è tanta, ricordate che la maggior parte dei turisti che si recano lì non si godono appieno la vacanza perché la Thailandia è una zona difficile che richiede esperienza e consapevolezza. Per questo motivo, l’ideale è raccogliere il maggior numero di consigli ed informazioni possibili andando sa soli oppure con un viaggio di gruppo organizzato.

Quando partire

Per poter visitare al meglio la Thailandia e scoprirne tutti i segreti e gli spettacolari paesaggi naturali è essenziale decidere con saggezza il periodo dell’anno in cui partire. Il paese gode di un clima tropicale e monsonico, il che si traduce in un caldo molto umido e sofferente durante il periodo che va da agosto ad ottobre, mesi ricchi di piogge abbondanti e con rischio di inondazioni. Le temperature sono decisamente più miti nei mesi di dicembre e di gennaio, infatti sono stabili attorno ai 25 gradi centigradi. Nel resto dell’anno la temperatura si alza fino a 35-40 gradi.

Quali vaccinazioni fare

Per viaggiare in Thailandia è obbligatorio fare il vaccino contro la febbre gialla: si tratta di una malattia molto brutta e pericolosa il cui contagio è praticamente nullo se si provvede a vaccinarsi in tempo. Basti pensare che anche stando 12 ore in aeroporto si rischia di contrarre questo terribile morbo, se non si è adeguatamente coperti da un vaccino.

Inoltre, in Thailandia non sono attive le medesime coperture sanitarie ed assicurative che possediamo qui in Europa, per questo motivo è essenziale stipulare una polizza di assicurazione medica che copra tutta la durata del viaggio in Thailandia. La polizza coprirà le spese di eventuali e malaugurati incidenti e persino le spese di rimpatrio, se necessario.

Attenzione alle zanzare

In Thailandia come nel resto dell’Asia, molte delle malattie causate da agenti patogeni e parassiti sono dovute alla trasmissione degli stessi per mezzo di vettori, soprattutto zanzare. Per scongiurare una spiacevole e pericolosa infezione, oltre a coprirsi con i vaccini, risulta utile acquistare prodotti repellenti per zanzare. Questo vale soprattutto nelle zone rurali e limitrofe a bacini d’acqua ed all’oceano; è utile anche coprirsi con abiti lunghi e che lascino minor possibilità alle zanzare di pungervi.

Il livello di sicurezza

In questo periodo storico la sicurezza in questa Nazione è alta, infatti la Thailandia è classificata come sicura, soprattutto nelle località balneari o turistiche come Bangkok. Il turismo è ben visto ma non mancano borseggiatori e venditori che cercheranno di infinocchiarvi con prezzi esagerati.

Almeno un mese in anticipo rispetto al viaggio in Thailandia, è opportuno e saggio iscriversi nel sito “Dove siamo nel Mondo”, dando l’opportunità all’Unità di Crisi della Farnesina di agire rapidamente ed efficacemente in caso di problemi gravi.

Come comportarsi col cibo

Il cibo thailandese è molto buono e caratteristico e vale sicuramente la pena di assaggiarlo, anche se speziato e talvolta troppo piccante, tanto da dover chiedere ai venditori di ridurre le spezie. È essenziale ridurre la possibilità di contrarre infezioni intestinali che sono favorite dal clima tropicale, prestando alcuni accorgimenti. Innanzitutto mangiare solamente carne, pesce e uova se ben cotti: se avete dubbi sulla cottura, passate oltre. Chiedete sempre gli ingredienti di un piatto e solo dopo aver avuto la lista completa, analizzare eventuali allergeni. Evitate di bere acqua corrente e da rubinetto, ma comprate bottigliette sigillate il cui costo è davvero irrisorio.