Materiale elettrico: le marche migliori e le tipologie

Il materiale elettrico si rivela fondamentale per qualsiasi lavoro destinato alla realizzazione di impianti elettrici sia per le abitazioni, che per le industrie. Sono molti gli accessori che fanno parte di questa categoria di materiali, il cui scopo è quello di far funzionare in maniera corretta tutto ciò che ha a che fare con l’elettricità. Gli impianti elettrici hanno la funzione molto importante di gestire la realizzazione di un ambiente dotato di tutti i comfort possibili, attraverso collegamenti realizzati appositamente per far arrivare la corrente in molteplici ambienti. Ma quali sono i componenti essenziali del materiale elettrico? Scopriamone di più.

Le migliori marche di materiale elettrico

Per quanto riguarda pulsanti, interruttori, prese e ogni genere di materiale elettrico, esistono delle marche particolarmente famose che possiamo trovare nei negozi di negozi di materiale elettrico . Basti pensare per esempio a BTicino, che propone tasti gommati e tantissimi colori diversi, oltre che materiali differenti per le placche.

Un’altra marca da citare è sicuramente Vimar, che ha come caratteristica fondamentale il fatto di proporre accessori semplici ed essenziali. E poi ABB, con i suoi accessori neri e le serie metallizzate eleganti e dai colori accesi. Inoltre da segnalare è Gewiss: buona varietà di placche da utilizzare in ogni tipo di ambiente.

Possiamo dire che la scelta, quando si tratta di accessori per l’elettricità, è davvero molto ampia. Proprio per questo ciascuno di noi ha la possibilità di scegliere il materiale elettrico che più si adatta alle proprie esigenze non solo di arredamento, ma anche di funzionalità.

Gli accessori che fanno parte del materiale elettrico

Uno degli accessori più importanti che rientrano nella categoria di materiale elettrico è rappresentato dalle scatole di derivazione. A queste scatole arrivano tre cavi che provengono dall’interruttore differenziale. Sono molto utili per realizzare impianti in muratura o per le pareti leggere come quelle fatte in cartongesso.

Esistono scatole di derivazione da esterno realizzate in parecchi materiali e scatole di derivazione da incasso. Queste sono facili da installare e non sono affatto visibili sulle pareti in cui vengono alloggiate.

Per contenere le prese, gli interruttori e tutte le apparecchiature elettriche di comando, si possono utilizzare le scatole portafrutto. Anche queste rappresentano un elemento molto importante degli impianti elettrici. Possono contenere da 1 a 6 frutti e, se utilizzate con un tubo rigido a vista, garantiscono l’isolamento dell’ambiente.

Altri elementi essenziali dell’impianto elettrico sono i tubi protettivi. È buona norma scegliere con cura queste parti dell’impianto, anche perché spetta proprio ad essi il compito di contenere, tutti quegli elementi degli impianti elettronici, come i collegamenti per la TV, per il telefono o per gli allarmi.

I tubi protettivi devono rispettare alcune norme fondamentali. La normativa prescrive che si debba utilizzare il colore arancione soltanto in combinazione con materiali in grado di propagare la fiamma. Inoltre la dimensione scelta in termini di diametro e gli accessori correlati, devono lasciare liberi i cavi dell’impianto affinchè possano essere manovrati anche a seguito dell’installazione.

Per quanto riguarda le misure, in genere si scelgono quelle da 16, 20 e 25 millimetri in riferimento al diametro. Tra i materiali che li compongono ci sono per esempio il polivinile o il PVC. I cosiddetti tubi corrugati sottotraccia sono fatti con un materiale flessibile che si rivela molto utile, soprattutto quando non si vogliono inserire troppe interruzioni o derivazioni nell’impianto elettrico: questa tipologia di tubi è adattabile quasi ad ogni situazione.

Per unire le estremità dei tubi vengono utilizzati dei manicotti o dei pressatubi che vengono posti all’interno delle scatole e che servono ad agganciare i tubi. Per fissare i tubi in genere l’installatore utilizza le fascette fissatubo, che possono essere realizzate in acciaio zincato oppure in acciaio inossidabile. Le fascette fissatubo si possono chiamare anche collari.

Oltre alla piacevolezza e alla funzionalità data dal design del materiale elettrico per illuminare gli ambienti, si può decidere di coltivare un orto verticale per vivacizzarli.