Cos’è l’eiaculazione precoce ?

L’eiaculazione è l’emissione del liquido seminale che viene ad essere causata dalle contrazioni dei muscoli del pene e dell’epididimo, in seguito al raggiungimento dell’orgasmo.
L’eiaculazione precoce è una condizione patologica che comporta il raggiungimento dell’orgasmo in tempi brevi.
Questo può essere dovuto a diversi fattori, psicologici e non.
Un tipo fattore psicologico che causa tale effetto è l’ansia da prestazione che comporta il raggiungimento dell’orgasmo dopo 1-2 minuti dalla penetrazione vaginale.
Diversa dall’ eiaculazione precoce, che è possibile approfondire nell’articolo del dott. Alessandro Izzo, è l’aneiaculazione che consiste nella impossibilità di eiaculare.

Come può essere risolto il problema dell’eiaculazione precoce?

L’eiaculazione precoce ha un’incidenza negativa importante sulla vita di coppia ed è per questo che deve essere risolta quanto prima.
Come abbiamo già specificato, questo tipo di problema può avere ad origine cause di tipo psicologiche o anche organiche.
Il primo passo da compiere e rivolgersi ad un medico andrologo che permette di capire e risolvere eventuali problemi di natura organica.
Molto spesso però all’origine di questo problema vi è un disturbo di natura psicologica: lo stress, ad esempio, ha un impatto rilevante sulla risposta sessuale ed è molto spesso la prima causa dell’eiaculazione precoce .
A dar vita all’eiaculazione precoce spesso è anche l’ansia da prestazione, soprattutto quando non vi è piena confidenza con la nostra partner.
Per scongiurare rapporti sessuali così brevi è importante che nella coppia si parli delle preferenze sessuali e di ciò che piace o meno durante il rapporto, questo aiuta la coppia ad entrare in sintonia e ad acquisire una forte intesa sessuale.
Se, nonostante ciò, il problema persiste è consigliabile anche la terapia di coppia che consente ad un terzo estraneo di fare da intermediario e di facilitare il raggiungimento di equilibrio e serenità.

L’eiaculazione precoce e le sue cause di tipo fisico.

L’eiaculazione precoce può avere alla base anche cause di natura fisica, come: stati infiammatori, prostatiti, anomalie del frenulo.
In questo caso la terapia è di tipo farmaceutico e prevede l’assunzione di farmaci bloccanti antidepressivi serotonininergici e alfa-adregenici.
Fino a poco tempo fa non esisteva un farmaco dedicato specificamente a questo tipo di problema, difatti venivano utilizzati dei farmaci studiati per altre patologie che però, se utilizzati a lungo termine, potevano scongiurare tale rischio.
Oggi sono disponibili farmaci dedicati esclusivamente all’eiaculazione precoce, tali farmaci vengono assunti prima del rapporto sessuale e aiutano a mantenere un forte autocontrollo e a allungare il tempo dell’attività sessuale.

Chi consultare?

Un uomo su cinque soffre di eiaculazione precoce; molto spesso non se ne parla per vergogna o timidezza anche se un parere medico è molto utile.
In questa prospettiva una figura di massimo rilievo è l’andrologo, colui che si occupa dello studio delle disfunzioni dell’apparato riproduttivo maschile.