Come prendere appunti con carta e penna

La tecnologia oggi ci viene in aiuto su tantissime cose, non ultimo il poter prendere appunti con pc, tablet e apparati vari.

Scrivere a mano resta sempre una cosa piena di fascino: la penna che tocca il foglio, la nostra calligrafia, il nostro modo di esprimere un concetto…non possono essere sostituiti o riprodotti da una macchina.

Scrivere a mano non è semplice, ma dà soddisfazione: è un lavoro che include molte capacità umane, prima fra tutte la concentrazione. La velocità di un computer nello scrivere, è indubbia e a mano ovviamente siamo più lenti, ma seguendo pochi utili consigli è possibile imparare a prendere appunti a mano in maniera efficace.

Cogli il senso del discorso

Naturalmente non è possibile scrivere ogni parola che il relatore sta dicendo, per cui la prima cosa da fare è prestare molta attenzione, e cogliere il senso del discorso. Che significa? Semplicemente che andremo ma trascrivere una specie di riassunto di quanto detto da chi sta parlando.

Che si tratti di una lezione universitaria, di un convegno o di qualsiasi altra cosa, se puoi registra perché anche prestando la massima attenzione… qualcosa sfugge sempre. Avendo la registrazione, puoi sempre ascoltare e controllare di aver reso bene l’idea, e non aver saltato cose importanti.

Siediti nelle prime file e… interagisci

È sempre consigliabile trovare posto non troppo lontano dal relatore, perché più indietro vai più l’attenzione cala, le persone parlano e la comprensione diventa difficile. Stando nelle prime file, meglio le prime 3-4, sentirai meglio quanto verrà detto e potrai prestare un’attenzione maggiore alla scrittura.

Non essere timido, se non hai capito chiedi. O appuntati quello che vuoi chiedere, per fare una domanda durante lo spazio dedicato alle domande.

Spesso abbiamo timore di chiedere, pensiamo di risultare poco attenti o intelligenti, ma non è così. Per chi sta parlando, avere domande è un ottimo riscontro che gli permette di migliorare e correggersi per il futuro.

Quindi sotto con le domande, così gli appunti saranno perfetti!

Prendi confidenza con la penna e la scrittura

Può sembrare un consiglio un po’ stupido, ma in realtà non lo è.

Dobbiamo sentirci a nostro agio in ogni cosa che facciamo, penne per prendere appunti incluse. Quando prendiamo in mano la penna, sentiamo subito se c’è feeling o meno, se la scrittura scorre velocemente o se qualcosa la rende poco fluida, ecc.

Quindi prima di iniziare a scrivere provate la penna e create il vostro personale rapporto: sarà la tua prima alleata nella scrittura, dovrà essere dalla tua parte!

Tra l’altro scrivere a mano non è solo efficace per prendere appunti, ma è un vero e proprio sistema di migliorare la memoria, come dimostrano numerose ricerche sulla scrittura!

L’aspetto psicologico infine non è da sottovalutare: avere una buona penna, un quaderno che ti piaccia, e creare uno spazio confortevole ti aiuterà a prendere migliori appunti e a farlo in maniera più rilassata.

Non farti prendere dall’ansia

Una volta arrivato dove assisterai all’esposizione, prendi il posto migliore (il che implica arrivare con largo anticipo) e sistemati nel migliore dei modi. Ovviamente rispetta gli spazi altrui, ma fai in modo che il tuo sia confortevole e ti aiuti a scrivere meglio.

In partenza già sai che non potrai scrivere tutto, e che qualcosa tu sfuggirà, quindi prendila con calma. Non fare sforzi inutili per non perderti nemmeno una parola, perché ricorda: sei umano, e hai dei limiti che è bene non superare. Stancarti troppo mentalmente sforzandoti di scrivere ogni sillaba, non ti aiuterà. Anzi, sarà controproducente e non ti servirà a nulla.

Registra, scrivi tutto quello che puoi e una volta a casa rilassati, fai qualcosa che ti distragga, prenditi del tempo per te e poi comincia a rielaborare gli appunti per renderli perfetti integrandoli con le registrazioni.

Buon lavoro e buoni appunti!