Cartucce Epson per Inkjet: consigli per scegliere le migliori

Come funzionano le stampanti inkjet?

Le stampanti a getto d’inchiostro (inkjet) proiettano microscopiche gocce di inchiostro sulla carta. La testina di stampa scorre lateralmente per ricoprire un’intera riga. Terminata la stampa di una riga, la carta avanza e il processo viene ripetuto per le successive righe di stampa fino al completamento dell’operazione. Ovviamente, il tallone di Achille delle stampanti a getto d’inchiostro consiste nella tendenza a seccare del colore liquido, soprattutto se la stampante opera in ambienti molto caldi o vicino a sorgenti di calore. L’inconveniente può manifestarsi anche quando la stampante risulta essere inutilizzata per periodi prolungati. L’inchiostro si può indurire all’interno della cartuccia stessa oppure all’interno dei condotti che lo trasportano dalla tanica interna alla cartuccia agli ugelli di stampa.

Le stampanti laser invece utilizzano i toner che contengono polveri di pigmenti molto fini che vengono impresse sulla carta durante l’operazione di stampa. A causa dell’assenza di inchiostro liquido all’interno delle stampanti laser, esse non sono affette da eventuali problemi relativi all’essiccamento del colore.

Per quanto riguarda il costo della stampante al momento dell’acquisto, le stampanti laser presentano prezzi decisamente più elevati rispetto alle stampanti a getto d’inchiostro (inkjet). Va anche detto che con le stampanti a getto di inchiostro si riescono a ottenere qualità di stampa più elevate. Inoltre l’impatto sull’ambiente e sulla salute delle persone è inferiore poiché le cartucce non contengono sostanze metalliche, a differenza dei toner per stampanti laser. Il costo da affrontare al momento della sostituzione della cartuccia esausta è decisamente inferiore rispetto al toner da ricambiare. Per tutti questi aspetti positivi, Epson è convinta che il futuro nel mondo delle stampanti sia rappresentato dalla tecnologia inkjet. Investimenti corposi e ricerca nel settore della produzione delle cartucce Epson testimoniano i progressi che si sono raggiunti negli ultimi anni. I prodotti originali che si possono trovare sul sito del produttore riflettono la progressione ottenuta sia in termini di risultati migliori che di prestazioni più elevate.

Come scegliere le cartucce migliori per la propria stampante Inkjet?

E’ inutile ricordare che, per avere le migliori delucidazioni possibili sui prodotti da acquistare e sulle funzionalità annesse, è sempre consigliato utilizzare il portale di Epson dove è possibile reperire molte informazioni o manuali per l’utente. Si sconsiglia vivamente l’acquisto di cartucce compatibili o comunque non originali, in quanto non sono garantite le prestazioni e la resa di stampa rispetto alle
cartucce originali prodotte da Epson. 

Di recente l’azienda produttrice ha messo in commercio flaconi di ricarica che consentono di ricaricare le cartucce consumate in modo semplice e rapido. Questa soluzione consente di ridurre notevolmente i costi in quanto: è possibile evitare l’acquisto di nuove cartucce e si può ricaricare direttamente quelle esaurite. Esistono diverse serie di cartucce a getto di inchiostro acquistabili sul sito di Epson, le passeremo brevemente in rassegna dichiarandone l’utilizzo migliore e la fascia di prezzo.

Gli inchiostri delle serie ”Margherita” e ”Fragola” sono adeguati per i documenti nitidi e le fotografie lucide ottenendo un’elevata qualità di stampa in totale affidabilità e convenienza, il prezzo si aggira intorno ai 10 euro per la serie ”Margherita” e di circa 9,5 euro per la serie ”Fragole”.
Gli inchiostri delle serie ”Penna e cruciverba”, ”Cervo”, ”Pallina da golf”, ”Lucchetto” sono ideali per la stampa di file aziendali con una qualità paragonabile a quella della stampa laser; i documenti che si ottengono sono resistenti all’acqua, alle sbavature e agli evidenziatori; l’asciugatura rapida consente di effettuare stampe fronte/retro; la fascia di prezzo si aggira intorno ai 10 euro per la serie ”Penna e cruciverba”, di circa 20,5 euro per la serie ”Cervo”, di circa 11 euro per la serie ”Pallina da golf” e di circa 22,5 euro per la serie ”Lucchetto”.
Gli inchiostri delle serie ”Ghepardo”, ”Volpe”, ”Mela” permettono di ottenere stampe di elevato tasso qualitativo, sono adatti a documenti di testo e fotografie; le stampe prodotte sono resistenti all’acqua, alle sbavature e allo scolorimento; la fascia di prezzo è di circa 14,5 euro per la serie ”Ghepardo”, di circa 12,5 euro per la serie ”Volpe” e di circa 18,5 euro per la serie ”Mela”.
Gli inchiostri delle serie ”Orso polare”, ”Arance” sono ideali per la stampa di documenti e fotografie di elevata qualità che si intende conservare in un album, la fascia di prezzo per entrambe le serie si aggira intorno a 12,5 euro.
Gli inchiostri della serie ”Sveglia” sono ottimali per la stampa di documenti aziendali a elevata qualità, fascia di prezzo intorno a 11,5 euro.
Gli inchiostri della serie ”Elefante” sono ideali per i fotografi che intendono stampare fotografie lucide e di qualità straordinaria, il prezzo è di circa 12 euro.
Con gli inchiostri delle serie ”Colibrì”, ”Gufo” si riescono a ottenere stampe di fotografie con qualità superiore a quelle del laboratorio, il prezzo è di circa 15,5 euro per la serie ”Colibrì” e di circa 20,5 euro per la serie ”Gufo”.
Con gli inchiostri della serie ”Scoiattolo” si possono stampare fotografie con un’ampia gamma cromatica, il prezzo è di circa 12 euro.
Gli inchiostri della serie ”Kiwi” sono ideali per stampare documenti a elevata qualità e fotografie lucide eccezionali, il prezzo si aggira sui 12,5 euro.
Come è possibile dedurre da questa breve guida, non vi sono direttive inequivocabili per effettuare la giusta scelta sulla cartuccia da acquistare.

Comunque i prodotti originali Epson sono prestanti e garantiti dal produttore, per indirizzarsi nella scelta è buona regola leggere attentamente le caratteristiche delle cartucce e l’applicazione finale.